Riflettendo venti articoli in venti giorni

Questo sarà il mio ventesimo articolo che ho scritto negli ultimi venti giorni. All’inizio del mese ho deciso di sfidare me stesso a scrivere trentuno articoli in trentuno giorni per tutto dicembre. Mi sento come se avessi scritto alcuni articoli fantastici che non vedo l’ora di vedere prendere piede nei prossimi mesi. Ho scritto altri articoli che mi hanno permesso di esprimere i miei pensieri generali su come percepisco la visione del mondo sulla salute mentale. Probabilmente ho anche scritto alcuni articoli che non sono poi così eccezionali. Penso che questo probabilmente rientri in quella categoria.

Rompere le routine

Io ho iniziato oggi a svegliarmi più tardi del previsto. Quando ho mangiato e sono uscito dalla doccia si stavano già avvicinando le 8 del mattino, il che non mi ha lasciato il tempo di scrivere un articolo prima del lavoro. Un vecchio collega mi ha mandato un messaggio nel bel mezzo della giornata per prendere un drink dopo il lavoro, il che mi porta alle 21:00 che è più o meno l’ora in cui normalmente vado a letto. A questo punto mi sto stressando e mi affretto a pensare a qualcosa da scrivere solo per poter selezionare una casella che dice che ho fatto quello che avevo deciso di fare. Ma conta davvero? In un certo senso, suppongo che sia così, dopotutto il mio obiettivo principale era quello di far sentire la scrittura senza sforzo e se sto scrivendo qualcosa che fondamentalmente parla di nulla non è quello che soddisfa l’obiettivo?

Perché anche fare una sfida?

Anche se ho ancora undici articoli da scrivere dopo questo, penso ancora che questa sfida sia stata complessivamente preziosa. Sebbene non sia decisamente orgoglioso di questo articolo, penso che il fatto che mi stia agitando perché non ho scritto mi ha aiutato a ripristinare la mia forza di scrittura. A metà del 2017 scrivevo di cose di ogni genere e mi stavo divertendo. Certo, non scrivevo tutti i giorni, ma una volta alla settimana non era fuori dall’ordinario. Avanti veloce al 2018 e ho scritto solo diversi articoli, la maggior parte dei quali ho dovuto faticare per completare. Fino a dicembre è stato davvero un lavoro ingrato scrivere; sebbene questo articolo sia un lavoro di routine, la maggior parte degli altri è stato davvero divertente da scrivere.

Quindi immagino che lo scopo di questa sfida (e qualsiasi altra sfida per quella materia) sia aiutarti a ripristinare le tue aspettative di base. L’anno scorso ho anche abbandonato i social media per un mese e ho scoperto che mi davano una ventata di aria fresca, mentre alla fine sono tornato sui social media ero molto più attento a questo. Mi sento come se avrò un risultato simile da questo, in cui non scriverò tutti i giorni ma idealmente non passerò nemmeno mesi di seguito senza scrivere.

Il burn out è reale

Non credo di aver finito le opinioni su cui scrivere. Tuttavia, sto sicuramente esaurendo le opinioni non politiche di cui scrivere. Ci sono molti argomenti di cui vorrei scrivere riguardanti Android e l’ingegneria del software in generale, ma richiederebbe più di un giorno per l’autore. Potrei scavare in varie cose che accadono al lavoro, ma in gran parte non sono rilevanti per un pubblico più ampio, e quindi a questo punto non mi resta che capire come scrivere su argomenti di piccole dimensioni. Domani è fortunatamente il mio ultimo giorno di lavoro per il resto di questa sfida, quindi posso dedicare più tempo alla scrittura degli articoli. Penso anche che scrivere serie in generale potrebbe essere la strada da percorrere, mi piacerebbe scrivere di Clean Code e altri argomenti di forma più lunga in cui è suddiviso in una parte settimanale.

Nel complesso, però, penso sia giusto dire che sono esausto per la scrittura. A questo punto provo un certo timore quando si tratta di dover scrivere. Non sono proprio sicuro di cosa scriverò dopo, e per la maggior parte sto solo cercando di soddisfare i requisiti di una sfida. Una nota positiva, mi impegno a completare questa sfida e credo che gli articoli futuri avranno un po ‘più di sostanza di questo.