L’architettura della Zinc Gang

Una storia di membri del sindacato denominata “gag knuckles”, “taz-two”, “hairpin”, “ribbons” e “treble clef” è piuttosto intrigante . Sebbene suonino più come soprannomi di una banda di contrabbandieri degli anni ’20 (almeno per me), sono la nomenclatura formale di un sistema di classificazione biochimica, noto comunemente come dita di zinco (ZnF). La tassonomia delle dita di zinco descrive il motivo morfologico che l’elemento crea quando interagisce con varie molecole. Le macromolecole, come le proteine ​​e il DNA, hanno creato numerosi modi per legarsi ad altre molecole e le dita di zinco sono uno di questi scaffold molecolari. Lo zinco, un elemento essenziale per la proliferazione e la differenziazione delle cellule biologiche, fu isolato per la prima volta nel 1746 dal chimico tedesco Andreas Marggraf (1709-1782). Le dita di zinco sono state importanti nello sviluppo dell’editing del genoma e mentre CRISPR rimane il re, lo zinco sta tornando.

Le proteine ​​con domini zinc finger – meganucleasi – agiscono come forbici del DNA molecolare, sempre pronte a tagliare e organizzare il materiale genetico. Il ritorno di questi bootlegger biochimici, una vecchia generazione di strumenti di modifica del genoma, è dovuto al problema di esplorare il mondo molecolare invisibile della cellula. In questa epoca di editing genomico, i biologi stanno discutendo il concetto di stabilità delle proteine ​​e stanno cercando di chiarire il meccanismo della dinamica delle proteine ​​all’interno

Per saperne di più clicca qui:

https://enclaveresearch.com/the-choreography-and-architecture-of-the-zinc-gang/