Importanza dell’etica nei social media

L’etica è un insieme di linee guida e principi morali che influenzano i nostri comportamenti e le nostre interazioni “(Freberg pag. 31). Parker elenca 7 peccati capitali dei social media che personalmente ritengo siano veri. Sono appropriazione indebita, abbandono, manipolazione, ignoranza, monotonia, narcisismo e uniformità.

Credo sia molto importante seguire le linee guida etiche sui social media perché non stiamo solo rappresentando noi stessi, ma possiamo anche rappresentare indirettamente un’organizzazione come un chiesa che frequentiamo o scuola in cui andiamo. Abbiamo visto innumerevoli volte in cui l’attività online può portare a conseguenze offline. Ad esempio, al momento stiamo assistendo alla sospensione da scuola di un gruppo di studenti universitari per aver pubblicato foto in una festa online a causa della pandemia.

10 anni fa, questo non sarebbe mai stato possibile poiché i social media non avevano quel tipo di copertura. Ma al giorno d’oggi, abbiamo visto i social media svolgere un ruolo nelle indagini penali e anche negli scandali politici.

Ricordo una situazione in passato in cui un uomo ha commesso una rapina e ha mostrato il suo bottino sui social media. La polizia ha potuto utilizzare il video che ha caricato su Instagram come prova che ha effettivamente commesso la rapina. Se queste persone seguissero gli schemi etici, saprebbero che tali post sono una forma di ignoranza.

Ora più che mai, la nostra privacy è stata ridotta. I termini di servizio dei social media delineano chiaramente che le informazioni degli utenti verrebbero rilasciate se necessario per l’azione penale. Le persone devono capire che anche se il loro account è impostato su privato, non garantisce l’immunità. Ci assicuriamo sempre di non commettere i 7 peccati capitali prima di caricare i contenuti sui social media per evitare punizioni.

Freberg, K. (2019). Social media per la comunicazione strategica: strategie creative e applicazioni basate sulla ricerca . Los Angeles: SAGE.