Hai qualche D90?

Ricordo di aver desiderato l’album Dirt degli Alice in Chains nel mio locale Our Price, il c e più affidabile per nutrire la mia fiorente abitudine musicale. Probabilmente era intorno al 1993, Down in a hole era stato pubblicato come singolo ed erano dappertutto sulle riviste rock che leggevo all’epoca, come Kerrang. Ero un po ‘in ritardo alla festa ma ero completamente colpito da quello che avevo sentito, il problema per me di 15 anni era il costo. Se la memoria mi serve correttamente, il prezzo del CD era di £ 15,99, un costo insondabile per l’epoca. Alla fine l’ho acquistato con i soldi che ho ricevuto per il mio compleanno o simili e ho assaporato ogni traccia ancora e ancora, ho ancora la stessa copia fino a questa data e non potevo nemmeno indovinare a casa molte volte che l’ho ascoltata da allora. Ho sicuramente avuto un buon rapporto qualità-prezzo …

Il problema era che per la maggior parte delle persone ho solo un compleanno all’anno e l’acquisto di un CD all’anno non lo avrebbe tagliato. Ogni settimana ricevevo una paghetta, ma la mia mancanza di disciplina ha impedito che durasse abbastanza a lungo da finanziare acquisti più grandi. Quindi, avevo bisogno di un’altra soluzione.
In questo periodo avevo iniziato ad accumulare una discreta raccolta di musica su cassette copiate da amici, un misto di compilation su nastro di cose che gli piacevano e album completi. Non avevano la comodità dei CD, ma questo era un giusto compromesso poiché avevano una frazione del costo. Inoltre, erano completamente portatili, il mio Aiwa Walkman era sempre carico per il breve viaggio in treno fino a scuola.

Il prurito veniva graffiato un po ‘di più, ma ero ancora in balia di amici a cui piacevano le stesse cose e che capitava di avere le cose che volevo. Poi ho trovato l’oro. Vivevo a East Ham, una piccola città nella grande Londra, ma andavo a scuola a Barking che era la città più vicina ed era tecnicamente l’Essex. Comunque la scoperta importante fu che Barking aveva una biblioteca più grande che aveva una sezione musicale….

Tutti i CD erano disposti in insoliti supporti verticali con rack quadrati stile finestra attaccati in cui erano esposte le custodie dei CD. Potresti sfogliarli in modo simile al modo in cui i poster per bambini sono visualizzati nei negozi e una volta che hai selezionato un un membro del personale l’ha sbloccato e tu potresti portarlo a casa. Da quell’incontro casuale ho avuto improvvisamente accesso a tutti gli album di cui avevo letto ma che non potevo permettermi, Sonic Youth’s Dirty, Nine Inch Nails Broken and Fixed, Babes in Toyland’s Fontanelle tutti lì per me senza ostacoli finanziari.

Ovviamente, non potevo tenerli, dovevano essere restituiti dopo una settimana (da quello che posso ricordare) è lì che sono entrati i D90. Il mio Goodmans Midi Hifi è diventato il mio centro di produzione, prendendo ogni CD preso in prestito e registrando a cassetta per me con la mia attenta supervisione. Monitorare ogni registrazione in tempo reale per garantire che il nastro non finisse un lato a metà brano, distribuendo le tracce in modo uniforme su ciascun lato, scrivendo attentamente ogni nome dell’elenco delle tracce e il titolo dell’album per la colonna vertebrale.

Infine, per me la musica non era una risorsa finita, non un club esclusivo a cui solo qualcuno con soldi poteva accedere. Nella mia mente era stato liberato, io ero stato liberato! Questo mi ha impedito di acquistare CD? Dopo tutto, se potessi ottenere la musica che volevo gratuitamente, perché acquistarli?

Non è stato così, ho continuato a comprare ogni volta che potevo, per costruire lentamente la mia collezione. Dove la cassetta vinceva con praticità mancava di qualità, quello era il sacrificio. Le copie delle cassette sono state la mia droga di accesso alle band che sono stato in grado di scoprire e di cui sono diventato un fan per tutta la vita. Senza quell’opportunità sarebbero stati solo un altro nome in una rivista, non li avrei mai visti dal vivo, non avrei mai comprato la maglietta, non avrei mai apprezzato le loro parole.

Oltre 25 anni dopo questo processo è tornato al punto di partenza, ma non c’è una D90 in vista, solo Spotify, per £ 9,99 al mese posso avere in tasca quasi l’intera storia della musica moderna. Pochi secondi dopo aver letto o consigliato una band, posso ascoltarli. Band come Love Battery, Buffalo Tom e DJ Krush e ora nella mia rotazione regolare, tutte e tre le band di cui ero a conoscenza in quel momento ma non ho mai avuto l’opportunità di ascoltare. Ora posso provarli ogni volta che voglio e la qualità è abbastanza buona da non aver bisogno di acquistare il CD, ma ovviamente in molti casi lo faccio ancora. Ora ho la fortuna di possedere centinaia di dischi in vinile e CD nella mia collezione. Ben lungi dall’essere adolescente a setacciare i piaceri introvabili che il nostro prezzo aveva.

Questo non è un articolo inteso ad aggiungere una prospettiva alla pirateria e discutere a favore o contro solo un resoconto della mia educazione musicale. Formati qualunque opinione tu possa 😊

Re P