Giorno # 152 – Piccole cose sciocche chiamate collocazioni S01 E06

Gli insegnanti di lingue devono assicurarsi che gli studenti siano in grado di produrre parole, frasi e strutture grammaticali predeterminate o fornire il proprio elenco di elementi linguistici in base al livello di competenza degli studenti, alla fascia di età e agli obiettivi di apprendimento.

/ p>

Inevitabilmente, i materiali pongono lo studio della grammatica come fondamentale per il successo del processo di apprendimento, offrendo allo stesso tempo l’opportunità di essere esposti a collocazioni stabilite, i tipi che possiamo trovare cercando un dizionario progettato per mostrare quali parole vanno con quali. Ciò che questi libri non riescono a fare è fornire agli studenti esempi del co-testo in cui queste collocazioni (di solito verbo + nome come piano + strategia o aggettivo + nome come diversi media), e così facendo una visione incompleta di come le persone effettivamente mettono insieme le parole. Potremmo imparare che quando descriviamo le condizioni di lavoro in modo negativo, usiamo l’aggettivo HARSH, ma resteremo all’oscuro di quale verbo useremmo con quella frase: tolleriamo, sopportiamo, sopportiamo o sopportiamo il duro lavoro condizioni? Con l’aiuto di strumenti di corpus e concordancer come questo, possiamo trovare esempi come

Le lunghe ombre rosse dietro le donne rappresentano la loro difficile lotta per sopportare le dure condizioni di lavoro che la vita ha affrontato.

L’aspetto grammaticale del linguaggio si fonde con la scelta delle parole che gli utenti fanno. Queste scelte trascendono le regole della sintassi e comprendono il contesto sociale, il registro situazionale e riflettono la natura arbitraria che governa l’uso del linguaggio da parte di una comunità di parlanti.

Questa analisi di cosa sia la lingua e non di cosa possa essere la lingua è sintetizzata nel dilemma affrontato da un insegnante di 3-5 anni nel decidere quale lingua avrebbero usato per insegnare ai loro piccoli come andare in bagno :

Posso andare in bagno?

Posso andare in bagno?

Voglio andare in bagno.

Originariamente pubblicato su http://dablog-dablog.blogspot.com il 1 ° giugno 2020.