È ora di smettere di seguire

Bernie sta facendo esattamente quello che avevo previsto che Trump avrebbe fatto se avesse perso: tiene il partito in ostaggio in balia del suo gregge rabbioso.

Come Trump, Bernie ha un’influenza totale sui suoi sostenitori. Tutti devono baciare il culo di Bernie perché può armare i suoi movimenti a piacimento. Tutti sanno che se lo incroci, sono cattivi e portano rancore.

E proprio come Trump, Bernie potrebbe sparare a qualcuno sulla 5th Avenue ei suoi seguaci lo difenderebbero più duramente. Oppure nega che sia mai successo.

Ma a differenza dei sostenitori di Trump, la banda di giovani progressisti di Bernie non è la base del nostro partito. Non siamo legati a loro. La base del Partito Democratico è multiculturale e incentrata sulle donne. Non abbiamo bisogno di conquistare le resistenze di Bernie per vincere.

Le richieste dei sostenitori di Bernie vanno ben oltre il desiderio di essere ascoltati e placarli significa dare loro più di un semplice posto a tavola. Chiedono che accettiamo di fronte al loro rinomato “entusiasmo” e ci rimettiamo sia sulla politica che sulla dottrina. Non vogliono solo input, vogliono il voto determinante. Qualunque cosa di meno è invalidante e quindi inaccettabile.

Fare appello ai seguaci di Bernie sulle questioni non ha funzionato lo scorso anno durante le elezioni e non funzionerà ora.

Quello che Bernie vuole è quello che vogliono loro. Ciò di cui Bernie non si preoccupa è negoziabile. I nemici di Bernie sono i loro nemici. Riguarda Bernie. Questa è l’unica coerenza interna all’intero movimento.

Per loro, l’unità è solo un mezzo per vendicare la sconfitta di Bernie e cancellare i suoi fallimenti. Chiedono vendetta. Confessione completa che le primarie sono state truccate e concessione unilaterale che Bernie avrebbe potuto / dovuto / avrebbe vinto se solo [inserire qui la teoria del complotto di Berner].

Vogliono avere ragione, quindi ne è valsa la pena e non dovranno mai ammettere quanto si sbagliano. Ovviamente questo non accadrà. Perez deve ancora rendersi conto che non puoi dargli un centimetro, ma nemmeno lui oserebbe spingersi così lontano.

Meglio rimanere fedeli ai nostri valori democratici, lottare per i diritti di voto e continuare gli sforzi per resistere a Trump. Bernie ha su di noi tanto potere quanto gli diamo. Dobbiamo smetterla di ingraziarci il favore e andare avanti con la vera battaglia.

Bernie sta già esagerando con la sua mano. Rivela ogni giorno di più di quello che fa veramente. Ad un certo punto, la febbre cesserà ei suoi disillusi seguaci verranno da noi da soli. Anche se dobbiamo aspettare un po ‘.

Bernie non ci sta guidando verso l ‘”unità” che professiamo di cercare, ma nessuna delle due parti vuole davvero. È ora di porre fine all’inutile ricerca di una riconciliazione. È ora di smettere di seguire.

Altro:

Il giusto take away del 2016

Funziona la soppressione degli elettori

Non scegliere è ancora una decisione

Democratici: sappi da che parte stai

La questione dell’unità

Questi muri tra noi