Diventare sintetici: il futuro dell’industria alimentare e delle bevande

Dai un’occhiata all’etichetta sulla confezione di cibo che hai appena acquistato. C’è la parola “naturale” o c’è qualcosa con il prefisso “artificiale” nell’elenco degli ingredienti? Il cibo sintetico, noto anche come cibo artificiale, si riferisce a quegli ingredienti che sono stati prodotti in laboratorio e progettati per imitare le stesse proprietà che si trovano nelle sostanze naturali.

Le innovazioni tecnologiche interessano t ogni area della nostra vita e del Food & amp; L’industria delle bevande (F & amp; B) non fa eccezione. I progressi nelle capacità scientifiche hanno permesso a scienziati e ricercatori di trovare modi per ricreare sostanze naturali in un ambiente controllato. Dall’esercitare il controllo sulla qualità delle sostanze alla creazione di ingredienti mai visti prima, gli scienziati stanno facendo progressi nella tecnologia alimentare.

Controllo del cibo a livello molecolare

L’obiettivo della creazione di sostanze alimentari artificiali è migliorare la qualità del cibo che consumiamo. È stato osservato che alcune sostanze presenti in natura contengono determinate tossine o sono coltura di virus e batteri. Ad esempio, le patate contengono la solanina chimica che può essere fatale se consumata in dosi superiori a 6 mg. Lo stesso vale per l’amigdalina nelle mele e la formaldeide nelle pere. Ciò che conta è il dosaggio delle sostanze chimiche consumate e non il processo di produzione. Negli alimenti prodotti sinteticamente, gli scienziati assicurano che il contenuto di sostanze chimiche tossiche sia trascurabile, garantendo così che il cibo sia sicuro e adatto al consumo.

Le pratiche di produzione di alimenti sintetici cercano di cambiare la struttura molecolare delle particelle di cibo. Considera il seguente scenario. Hai una carenza di calcio e devi assumere integratori di calcio. La tecnologia alimentare odierna ha consentito ai produttori di alimenti di creare alimenti arricchiti di calcio come la pasta. Ora puoi entrare in un negozio e prendere un pacchetto di pasta arricchita di calcio, invece della bottiglia di compresse di calcio.

E il tuo accompagnamento preferito per la colazione: il buon vecchio OJ? Sebbene sia facile presumere che il succo d’arancia appena spremuto abbia una maggiore concentrazione di vitamina C, in realtà è il succo d’arancia preconfezionato acquistato in negozio che ha livelli più alti di vitamina. Hai visto l’ingrediente “acido ascorbico” sulla tua bottiglia di succo d’arancia? È vitamina C prodotta sinteticamente e imita le proprietà della vitamina C presente in natura, offrendo alle persone gli stessi benefici che il succo d’arancia appena spremuto fa dopo il consumo.

In che modo ci avvantaggiano gli ingredienti sintetici?

Gli ingredienti sintetici aiutano i produttori a ridurre la quantità di pesticidi e insetticidi utilizzati. La frutta e la verdura coltivate naturalmente devono essere protette utilizzando sostanze chimiche che possono essere dannose per le persone al momento del consumo. Gli ingredienti sintetici non utilizzano tali tossine dannose, rendendoli sicuri da consumare.

Inoltre, aiutano a risparmiare risorse scarse. Quando i produttori producono grandi quantità di ingredienti artificiali in laboratorio, riducono la nostra dipendenza da risorse naturalmente disponibili come acqua, piante e carne.

Un vantaggio molto importante del cibo sintetico è quanto sono convenienti. Le aziende ottengono economie di scala acquistando materiali per produrre gli ingredienti in laboratorio o in fabbrica. Possono trasferire i vantaggi in termini di prezzo al consumatore finale. Il cibo sintetico può potenzialmente porre fine al problema della carenza alimentare globale.