Cos’è il fegato grasso? I suoi sintomi e trattamento

La malattia del fegato grasso sta diventando molto comune in tutto il mondo. Il fegato grasso si verifica quando i grassi extra si accumulano nelle cellule del fegato che provocano il malfunzionamento del fegato. E diventa impossibile per una persona sopravvivere se entrambi i fegato smettono di funzionare. Ci sono circa il 25% delle persone affette da fegato grasso a livello globale.

Ci sono vari motivi che potrebbero portare a problemi come il fegato grasso come la mancanza di attività fisica, l’obesità, il consumo eccessivo di cibi spazzatura, il consumo di alcol, ecc.

La steatosi epatica può b essere classificata in due condizioni: Steatosi epatica non alcolica e Steatosi epatica alcolica correlata.

I casi più comuni di steatosi epatica rientrano nella categoria della steatosi epatica non alcolica, è una malattia del fegato molto comune che può colpire sia i bambini che gli adulti in questi giorni. Anche la steatosi epatica non alcolica è classificata in due tipi:

Fegato grasso semplice: in questa situazione il fegato può avere grassi ma non c’è infiammazione nel fegato che porta a danni alle cellule del fegato. Non è pericoloso o peggiora come il secondo tipo. Le persone con steatosi epatica non alcolica per lo più stanno attraversando la condizione di cui sopra.

Steatoepatite non alcolica (NASH): questa condizione porta a infiammazione e danni alle cellule del fegato che è molto più grave della precedente causando alcuni problemi gravi come la cirrosi e la fibrosi, che sono tipi di fegato cicatrici e può anche portare al cancro al fegato. Circa il 20% delle persone affette da steatosi epatica non alcolica ha a che fare con la seconda condizione.

Questa condizione del fegato grasso potrebbe essere prevenuta se smetti di bere alcolici. Ma se l’abitudine non viene controllata prima che la situazione peggiori, potrebbe portare a problemi seri come:

Fegato ingrossato: un fegato ingrossato può creare disagio nella parte superiore destra dell’addome non necessariamente causando sintomi ma potrebbe provare dolore.

Epatite da alcol: porta a gonfiore nel fegato che causa nausea, febbre, vomito, dolore addominale e ittero.

Cirrosi alcolica: la cirrosi alcolica porta all’accumulo di tessuto cicatriziale nel fegato che può svilupparsi in problemi gravi come accumulo di liquidi nell’addome, sanguinamento nel corpo, gonfiore nelle vene del esofago, cancro al fegato e può anche portare a insufficienza renale.

I motivi della NAFLD sono menzionati nell’elenco seguente:

1) L’obesità è una delle cause più importanti della NAFLD.

2) Livello anormale di colesterolo alto.

3) Avere un’elevata resistenza all’insulina in cui le cellule del tuo corpo non rispondono normalmente all’insulina.

4) Alto livello di trigliceridi.

5) Ipertensione arteriosa in costante aumento.

8 segni di fegato grasso

Nella maggior parte dei casi le persone con NAFLD non mostrano molto spesso i sintomi. Ma quando lo fa mostra segni come:

1) Dolore o fastidio nell’addome in alto a destra.

2) Perdita di appetito.

3) Perdita di peso.

4) Stanchezza.

5) Debolezza.

6) Pelle e occhi gialli.

7) Pelle pruriginosa.

8) Gonfiore di gambe e addome.

Diagnosi di fegato grasso

Per diagnosticare un fegato grasso, il medico eseguirà un esame fisico (Elastografia MRI) che è considerato uno dei migliori dei tempi attuali. E se la situazione lo richiede, il medico può anche suggerire una biopsia epatica per determinare la gravità della malattia del fegato.

Stile di vita o rimedi casalinghi della NAFLD sono:

1) Mantieni il peso corporeo equilibrato e tieni sotto controllo tutte le calorie ridotte.

2) L’esercizio fisico regolare aiuta molto a perdere il peso corporeo in eccesso.

3) Scegli una dieta sana che includa frutta, verdura e cereali.

4) Controlla il tuo diabete.

5) Abbassa il colesterolo con una dieta equilibrata e l’assunzione di farmaci suggeriti dal medico.

6) Evita di mangiare cibi spazzatura o bere alcolici poiché esercita una maggiore pressione sul fegato.

7 alimenti che resistono al fegato grasso:

Ulteriori informazioni

Originariamente pubblicato su https://medifactsforu.blogspot.com.