Come per la SARS e l’H1N1, i media gridano al lupo per il Coronavirus

Ma questa volta, come nella famosa favola di Esopo, il lupo è molto reale. Ed è affamato.

Almeno un quarto dei tweet che vedo su COVID-19 su Twitter provengono da oppositori w che penso che il virus non sia un grosso problema, che i media siano essenzialmente usandolo per clickbait nella continua ricerca di guadagni. Sottolineano come i giornalisti andassero in giro con le loro teste metaforiche in fiamme per la SARS, la MERS e in particolare la pandemia influenzale H1N1 del 2009, tutte cose che erano piuttosto gravi, ma mai catastrofiche. Allora perché diamine dovremmo prestare la minima attenzione ai media condannati oggi?

Perché questa volta il lupo è reale. Stiamo esaminando una probabilità molto reale di una pandemia che potrebbe effettivamente essere paragonata all’influenza H1N1 del 1918 che ha ucciso fino a cinquanta milioni di persone.

Come sappiamo che questa volta è diverso da tutto il resto, soprattutto dato che COVID-19 ha ucciso solo circa 3.000 persone e che l’influenza ne ha uccise undici volte di più – 34.000 – solo nella stagione influenzale del 2018? Questa volta è diverso perché COVID-19:

Considerando quest’ultimo punto:

Complessivamente, secondo il CDC, il tasso di mortalità di coloro che sono stati infettati dall’influenza in questa stagione influenzale è dello 0,05%. Secondo la ricerca condotta dal CDC cinese, il tasso di mortalità del nuovo coronavirus in Cina è del 2,3%. (source)

Fai i conti. Se questi numeri sono accurati, allora COVID-19 è quarantasei volte più letale della più recente influenza. Nel 1918, circa la metà dell’umanità ha preso l’influenza H1N1. Se metà degli otto miliardi di esseri umani sulla Terra sono infettati da COVID-19 incredibilmente contagioso, un tasso di mortalità del due per cento si traduce in circa ottanta milioni di morti . A dire il vero, dubito fortemente che il bilancio delle vittime totale raggiungerà anche un quinto di tale importo, ma i miei dubbi si basano solo sul mio istinto, mentre i numeri difficili sono, beh, terrificanti. Non aiuta il fatto che vi sia una sostanziale incertezza statistica che sembra indicare che le attuali affermazioni di un tasso di mortalità del due per cento potrebbero essere sottovalutate.

Inoltre, il recupero da COVID-19 potrebbe non conferire un’immunità permanente:

“Sfortunatamente, non sappiamo ancora se la risposta immunitaria del corpo ti proteggerà o meno da successive infezioni”, ha detto Chiu. È noto che l’esposizione ai quattro coronavirus umani stagionali (che causano il comune raffreddore) produce immunità a quei particolari virus. In quei casi, l’immunità dura più a lungo di quella dell’influenza stagionale, ma probabilmente non è permanente, ha detto Chiu. (source)

Con che velocità si sta diffondendo COVID-19 rispetto alle malattie passate?

Cosa puoi fare al riguardo? In termini di prevenzione dell’esposizione, probabilmente non molto. Sì, è importante ridurre al minimo l’esposizione, ma è molto probabile che tu e la tua famiglia sarete esposti a un certo punto. Se sei esposto, aggiungi questo elenco ai segnalibri dal CDC di cosa fare. C’è una possibile inesattezza nell’elenco in quanto vi è una segnalazione di un cane da compagnia a Hong Kong che è stato messo in quarantena per il test (debolmente) positivo per COVID-19.

Ma anche se non sei mai stato infettato da COVID-19, non sei fuori pericolo. Mentre scrivo questo, ci sono più rapporti di corse a Costco e altri negozi per carta igienica, salviette Clorox e cibo. Questo è l’acquisto di panico. Dovresti impegnarti in questo acquisto di panico? Come scrittore, odio davvero dirlo, ma forse dovresti considerare di fare proprio questo. Perché? Perché mentre il tasso di mortalità di COVID-19 è “solo” del due percento, è incredibilmente contagioso e la paura che sta appena iniziando a prendere la nazione è abbastanza reale. La rete logistica che unisce la nostra nazione non può funzionare se troppe persone non si presentano al lavoro a causa della reale (o presunta) esposizione e / o dei sintomi del COVID-19. Se i treni non funzionano, i camionisti non guidano e gli scaricatori di porto non lavorano nei porti, allora gli scaffali dei negozi si svuotano abbastanza rapidamente. Inoltre, una volta che queste reti logistiche iniziano a indebolirsi e a fallire, è improbabile che si riprendano fino a un po ‘di tempo dopo che il contagio ha raggiunto il picco. Oggi non siamo neanche lontanamente vicini a quel picco.

In altre parole, anche se tu stesso non sei mai esposto a COVID-19, tu e la tua famiglia potete comunque essere seriamente colpiti dall’interruzione delle nostre reti logistiche. Quanto a me, non sono mai stato coinvolto in acquisti di panico fino ad oggi.

Cosa dovresti comprare?

Queste sono le tue priorità. Se puoi, prendine abbastanza per due mesi. Sì, suona in modo allarmante esagerato, ma COVID-19 è qui ora e le interruzioni sociali che sta causando stanno accadendo ora .

Un’altra considerazione: resta in stretto contatto con i tuoi amici e la tua famiglia tramite telefono o social media. Potrebbe venire il giorno in cui tu o loro potreste aver bisogno di aiuto, inclusa la possibilità di dover chiamare il 911 o altri servizi di emergenza. Durante le grandi pandemie del passato, non era insolito trovare case in cui una madre era morta e il suo bambino era morto di fame o congelato a morte perché la madre non era più in grado di fornire le cure. Se vuoi sapere quanto può essere grave, ti consiglio vivamente di leggere La grande influenza di John Barry, la storia della pandemia influenzale H1N1 del 1918. È senza dubbio il libro più spaventoso che abbia mai letto, tanto più perché non solo era reale, ma anche oggi potremmo affrontare molte delle situazioni ivi descritte.

Infine, è probabile che pochissime persone che leggono questo articolo abbiano storie di prima o seconda mano sull’influenza H1N1 del 1918. Quella è stata l’ultima grande pandemia mondiale, e sì, ha ucciso fino a cinquanta milioni di persone (quando la nostra popolazione mondiale era solo di circa un miliardo). Storicamente parlando, l’umanità è in ritardo per un’altra grande pandemia. Aggiungete a ciò l’esplosione demografica e la nostra inaudita facilità di viaggiare in tutto il mondo, e voilà! I virus possono ora propagarsi in tutto il pianeta in un giorno, infettando innumerevoli persone molto più rapidamente che mai, a volte anche sovraccaricando le capacità dei servizi sanitari.

COVID-19 non è ancora male, ma certamente lo sarà, e ci sono tutte le indicazioni che andrà molto peggio. Può mutare in un patogeno meno pericoloso, ma questa è solo una possibilità. Fino a quando la pandemia non raggiungerà il culmine e diminuirà, quindi, dobbiamo essere preparati. Informatevi su come evitare al meglio i rischi e mitigare l’esposizione e, per quanto mi vergogni a consigliare acquisti di panico, fate scorta di cibo, medicine e sapone.

Postfazione: come scrittore, mi rendo conto che mi sto dedicando alla paura e mi vergogno di farlo. Prego sinceramente di sbagliare, di sbaglio gravemente, di sbaglio stupidamente. Non vorrei niente di meglio che per questo periodo il prossimo anno, che ogni lettore mi ridicolizzerebbe pubblicamente per aver sbagliato in tutto ciò che ho detto sopra, perché ciò significherebbe che milioni di persone sarebbero vivi e vegeti.

Ma non credo di sbagliarmi e quindi ritengo che sia mia responsabilità spargere la voce. Stai bene e sii preparato.