Candidato alla presidenza e comico Ben Gleib: “Io non è moralità se la difendi solo quando influisce direttamente su di te”

Dobbiamo eleggere più donne. E lo dico da uomo che corre contro alcune donne in questa corsa alla presidenza. Ma dobbiamo anche eleggere più uomini che difendono le donne. Non possono continuare ad essere solo donne che promuovono le loro cause. Abbiamo bisogno anche di uomini di buon cuore in carica. Uomini che combattono al fianco delle donne nella nostra società per portare avanti le loro cause, perché sono le nostre cause. Perché non è moralità se la difendi solo quando ti colpisce direttamente. Ma in questa particolare elezione, il nostro paese è a un punto di non ritorno. E le cose andranno peggio per tutti, donne e uomini, se questo mostro arriverà a danneggiarci per altri quattro anni. E così, uomo o donna, ciò di cui abbiamo più urgente bisogno in questo momento è la persona che può battere meglio Trump. E credo che quella persona non sia un politico cauto, ma un comico senza paura. È l’unico modo sicuro per abbattere il più grande molestatore che abbiamo mai visto.

I ho avuto il piacere di intervistare cabarettista e candidato alla presidenza Ben Gleib . Ben ha dedicato gran parte della sua vita a rendere la politica più accessibile a tutti noi e a dire la verità al potere. Si è laureato in tesi con lode in una delle migliori università del paese. Per oltre un decennio, è stato un collaboratore politico di luoghi come CNN, NPR, Huffington Post, Young Turks, ABC News e altri. Ben ha creato il Telethon per l’America, un evento imparziale e unico nel suo genere promosso da “When We All Vote” di Michelle Obama, che ha svolto un ruolo significativo nell’affluenza alle urne da record dello scorso anno. Ben è stato l’ospite del programma di impatto sociale delle notizie principali della CNN ASPIREist. Tra il volontariato e la donazione a cause come All Hands And Hearts, LA Family Housing, The World Food Programme, Generosity Water, F Cancer, essendo un membro dell’UNICEF NextGen Guardian’s Circle e altri, fa anche parte dell’Advisory Board di The Harold Robinson Foundation, che invia per la prima volta al campo i bambini svantaggiati di Watts e delle aree circostanti. Ogni anno ospita il loro evento Pedal On The Pier, dove raccolgono circa un milione di dollari all’anno.

Yitzi: Grazie mille per aver fatto questo con noi! Cosa puoi condividere con noi del tuo “passato”?

Il mio piacere. La mia storia passata è strana, credo. Sono cresciuto con un problema di linguaggio piuttosto serio che ho affrontato durante tutta la mia infanzia durante il college. Il che è stato difficile perché ho sempre avuto molto da dire. In fondo sono sempre stato un comico e anche molto appassionato del mondo intorno a me. Alla fine ho vinto la difficoltà con il mio discorso, mentre stavo finendo il college. Il tempismo ha funzionato perché sono diventato un cabarettista e un conduttore televisivo, entrambi i miei sogni di una vita. Ho tenuto uno spettacolo di breve durata sulla NBC, poi sono diventato un personaggio fisso nello show “Chelsea Lately”. Ho anche iniziato a essere molto costernato per il modo in cui era diretta la nostra nazione e ho iniziato a interessarmi sempre di più alla politica. Ho avviato un podcast comico chiamato “Last Week on Earth” per coinvolgere le persone in politica che l’avevano sempre odiata. Ho anche iniziato a comparire su KPCC, l’affiliata di SoCal NPR, e ad apparire in posti come CNN, ABC News e “Today Show” su NBC. Poi sono diventato l’ospite e l’autore principale di un programma televisivo chiamato “Idiotest” che è su Netflix in questo momento. Ma lo stato del nostro paese continuava a tenermi sveglio la notte, e con Trump in carica, sentivo di non avere altra scelta che mettermi più coinvolto. Ho creato il “Telethon for America” ​​in collaborazione con “When We All Vote” di Michelle Obama, che ha contribuito a creare la storica affluenza alle urne che abbiamo appena avuto a metà mandato. E ho capito ancora di più in modo da poter fare grandi cose che hanno un impatto. Ma ancora non sembrava abbastanza d’impatto. E così ho deciso di tentare la più grande e candidarmi alla Presidenza degli Stati Uniti.

Yitzi: Puoi condividere la storia più divertente o interessante che ti è capitata nel corso della tua carriera o campagna?

La mia campagna dura da meno di due mesi, quindi sono sicuro che diventerà più strana e divertente. Finora sono stati molti momenti stimolanti di persone che sono state commosse dal nostro messaggio e si sono offerte volontarie per aiutarci, condividendo le loro storie personali o donando i loro soldi guadagnati duramente. Sono stato così toccato dall’effusione di sostegno da parte di persone in tutto il paese. Ma il momento più interessante della mia carriera è stato probabilmente quando ero allo show del Chelsea Handler e un giorno il mio problema di linguaggio è tornato in diretta. Non importa cosa provassi, non riuscivo a far uscire bene le parole. Per fortuna è durato solo una trentina di secondi e mi sono ripreso con una battuta che ha fatto crollare la stanza. Ma per un minuto non ero sicuro di cosa avrei fatto. Non puoi essere un comico in TV se non puoi parlare. Questa è una delle regole di base.

Yitzi: Come hai utilizzato il tuo successo per portare la bontà nel mondo? Puoi condividere la storia di una persona in particolare che hai aiutato?

Quando ero bambino mia madre ha aperto una dispensa alimentare per i senzatetto nel nostro tempio. L’aiuterei a servire il cibo alle persone bisognose ed è stato così commovente vedere l’impatto causato dal solo dare loro del cibo. È anche il motivo per cui ogni anno per il ringraziamento servo i senzatetto alla Laugh Factory e poi mi esibisco per loro. Adoro il fatto che il mio lavoro sia sempre stato quello di far ridere le persone. Le persone sono in uno stato di pura gioia quando ridono. Ma aiutare direttamente le loro vite più a lungo termine fa sentire bene a un altro livello. Molti anni fa ho avuto modo di fare uno spettacolo comico che ha costruito un pozzo d’acqua per le persone in un piccolo villaggio in Africa. Quando ho visto l’immagine dell’acqua che entrava da quel pozzo è stato incredibile. Così ho iniziato a provare a fare di più quel genere di cose. Ospito ogni anno un evento per la Harold Robinson Foundation chiamato “Pedal on the Pier” che raccoglie circa un milione di dollari per mandare al campo per la prima volta i bambini delle comunità svantaggiate di LA, il che aiuta a dare loro fiducia e cambia il modo in cui vedono le loro vite. Faccio anche parte del loro comitato consultivo e la parte migliore è quando vado a visitare il campo e sto con i bambini. Insegno loro a improvvisare, ballo con loro o semplicemente esco. Mi piace vederli accendersi. Faccio anche parte del Guardian’s Circle dell’UNICEF NextGen e l’anno scorso tutti coloro che sono venuti alla mia festa di compleanno hanno donato all’UNICEF alla porta. Piccole cose del genere, se molti di più di noi le facessero, aiuterebbero davvero ad accelerare il cambiamento. Anche l’anno scorso ho avuto modo di fare volontariato nel Texas meridionale con All Hands and Hearts, ricostruendo una casa e riaprendo una scuola distrutta dall’uragano Harvey. È stata un’esperienza straordinaria. È imbarazzante rispondere a domande come questa, ma penso che sia qualcosa che dobbiamo cambiare nella nostra società. In una cultura in cui tutti condividono eccessivamente, dobbiamo iniziare a condividere anche il nostro lavoro di beneficenza, quindi speriamo che questo diventi il ​​comportamento che le persone cercano di emulare.

Yitzi: Quali cose specifiche intendi fare per aiutare i più vulnerabili nella nostra società?

Siamo tutti vulnerabili. Chiunque non sia incredibilmente ricco è molto vulnerabile in questo momento perché la nostra società continua a diventare più difficile se non sei super ricco. Quindi farei quante più mosse possibili per cambiare questo. Ciò significa rientrare immediatamente nell’Accordo di Parigi sul clima, spingere per un accordo più rigoroso, attuare i principi del Green New Deal e con un senso di urgenza molto maggiore interrompere l’uso dei combustibili fossili. Significa ratificare un emendamento alla Costituzione per proteggere il diritto di scelta di una donna. Significa trasferire un rimborso del costo della vita per aiutare le persone che lavorano a tempo pieno a essere in grado di pagare le bollette e risparmiare un po ‘di soldi per la pensione. Significa reintegrare l’umanità nelle nostre politiche di immigrazione e rispettare tutti gli esseri umani. Infine, assicurandoci che tutti gli americani abbiano assistenza sanitaria a prezzi accessibili combinando il mercato privato con una massiccia espansione di Medicare. Sta passando il controllo delle armi di buon senso che può far sentire i nostri figli al sicuro a scuola. Garantisce ai lavoratori americani un atterraggio sicuro se il loro lavoro viene sostituito dall’automazione e incentiva le aziende a mantenere le persone occupate. E non c’è modo di proteggere tutti coloro che sono vulnerabili se non riprendiamo la nostra democrazia da tutte le forze che ci hanno portato via la voce. Ciò include rendere illegale il gerrymandering partigiano, ribaltare Citizens United, fermare le interferenze straniere nelle nostre elezioni, tornare solo alle schede cartacee e sbarazzarsi del collegio elettorale in modo che il voto di ciascuno conti lo stesso. Questi problemi sono così importanti per me perché sono una persona normale che vive questi problemi in prima persona, non solo sulla carta come fanno molti dei politici in carriera. E niente di tutto questo sarà possibile se non fermiamo il mostro alla Casa Bianca che ci sta portando indietro su tutte queste cose.

Yitzi: Solo un membro del Congresso su cinque è una donna. Ciò si manifesta in leggi che non tengono sempre conto delle esigenze delle donne. Cosa è necessario fare per creare una maggiore parità nella nostra rappresentazione?

Dobbiamo eleggere più donne. E lo dico da uomo che corre contro alcune donne in questa corsa alla presidenza. Ma dobbiamo anche eleggere più uomini che difendono le donne. Non possono continuare ad essere solo donne che promuovono le loro cause. Abbiamo bisogno anche di uomini di buon cuore in carica. Uomini che combattono al fianco delle donne nella nostra società per portare avanti le loro cause, perché sono le nostre cause. Perché non è moralità se la difendi solo quando ti colpisce direttamente. Ma in questa particolare elezione, il nostro paese è a un punto di non ritorno. E le cose andranno peggio per tutti, donne e uomini, se questo mostro arriverà a danneggiarci per altri quattro anni. E così, uomo o donna, ciò di cui abbiamo più urgente bisogno in questo momento è la persona che può battere meglio la briscola. E credo che quella persona non sia un politico cauto, ma un comico senza paura. È l’unico modo sicuro per abbattere il più grande molestatore che abbiamo mai visto.

Yitzi: Questo chiaramente non è un lavoro facile. Cosa ti spinge?

La nazione in cui sono cresciuto amando mi guida. I valori che rappresentiamo che ora vengono messi in discussione. Le persone fantastiche e adorabili che ho incontrato in due decenni di esibizioni in città e paesi di tutta l’America. Voglio aiutarli. Voglio provare a cambiare i problemi che continuano a peggiorare, perché le persone al potere sono sempre più fuori dal mondo e sempre più corrotte dal denaro. Voglio lottare per i veri americani perché lo sono anch’io, e so quanto può essere difficile avere successo nella nostra società. Sono spinto dal mio desiderio di vedere le persone per cui recito avere vite più facili. Quindi, quando escono per una serata di commedia è solo perché vogliono ridere per una sera, non perché ne hanno bisogno.

Yitzi: Quali sono le tue “5 cose che vorrei che qualcuno mi dicesse la prima volta che sono corso alle elezioni” e perché?

1. Quanto poco avrei dormito. Sono già una persona che sta alzata fino a tardi e lavora per molte ore, ma questa è una missione continua, 24 ore su 24, che spesso richiede 18-22 ore di lavoro. Fortunatamente, lo adoro e opero bene senza dormire 🙂

2. Quanto i media mainstream non sono interessati a portare una vera voce esterna nella loro aria. Sembra che abbiano paura delle persone che porteranno nell’aria una brutale onestà.

3. Quanto è davvero costoso organizzare una vera campagna di base se vieni da fuori Washington o non sei in grado di autofinanziare la tua campagna.

4. Quanti adesivi devi stampare. La gente ama davvero gli adesivi.

5. Come quando sei un comico che corre la prima domanda che tutti ti fanno è se sei serio. Spero che dopo aver letto questo, sia molto chiaro che lo sono. In caso contrario, ho una battuta per te: “Knock Knock”. “Chi è là?” “Ben Gleib” “Ben Gleib chi?” “Ben Gleib, che è il miglior candidato per impedire al mostro arancione di erodere i nostri valori.” Non era divertente? Vedere? Dico sul serio adesso.

Qual è il modo migliore in cui i nostri lettori possono seguirti sui social media?

@bengleib su instragam e twitter, facebook.com/bengleib, youtube.com/bgleib o Gleib2020.com